NEWS

SASSARI - BULLA SPORT

BANCO DI SARDEGNA SASSARI       83

BULLA BASKET                                    53

(19-16; 40-30; 60-46)

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Raimondi 32, Simula 20, Spanu 17, Arghittu 2, Butkevicius 5; Curcio 7, Langiu, Gaias. All.: Raimondi

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro S 24, Zeni 8, Oddi 2, Nani, Sbordi 17; Petesi 2, Frosi, Preka. All.: Zeni

 

ARBITRI: Brambilla e Solinas

 

SASSARI Si chiude con la preventivata sconfitta “on the road” al “PalaSerradimigni” il cammino stagionale della Bulla Sport Ospedale G.Verdi nel girone A della serie B. I sardi si confermano la squadra più forte del gruppo, non a caso prima imbattuta, in grado di gestire al meglio il copione della contesa, giocata comunque fino in fondo dai piacentini. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi rimane ampiamente in gara per tutto il primo tempo riuscendo a stare in scia al Banco di Sardegna anche nel terzo quarto per poi pagare i grandi sforzi fatti in termini di energia e lucidità nella parte conclusiva della serata. Orgoglio e cuore sono il carburante che permette alla squadra piacentina (24/60 da due, 0/1 da tre, 5/7 in lunetta) di approcciare nel modo giusto la sfida alla capolista. I padroni di casa non trovano il consueto ritmo ingabbiati dall’intensità difensiva della Bulla Sport Ospedale G.Verdi, pronta a giocare in transazione con le azioni finalizzate a liberare Salvatore Magro e Sbordi al tiro: alternando movimenti sul perimetro a puntare in area la coppia taglia bene la difesa avversaria. Quelli di Sassari aumentano l’energia nel proprio gioco trovando una valida opposizione nella volontà della Bulla Sport Ospedale G.Verdi di rimanere in gara all’intervallo lungo. Raimondi, Simula e Spanu sono i terminali preferiti del gioco di Sassari che nel terzo quarto comincia a fare breccia nella determinazione dei piacentini, a corto di rotazioni per potere allungare ancora la capacità di tenere alta l’intensità dell’azione. Non appena ilo ritmo dei piacentini si abbassa di qualche giro, Sassari fa emergere talento e fisico. Il gap tra le due squadre si allarga nell’ultimo periodo a causa del progressivo affievolimento delle forze da parte della Bulla Sport Ospedale G.Verdi (7 punti segnati nel quarto finale). Sassari può così chiudere senza patemi.

 

Gli altri risultati della settima giornata di ritorno: Genova-Parma 58-62; Brescia-Torino 42-45; Bologna-Seregno 67-65

 

La La classifica: Sassari 28; Genova, Parma 22; Seregno 11*; Torino 10; Bologna 9*; Bulla Sport Ospedale G.Verdi 6; Brescia 2.

*1 punto di penalizzazione

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BULLA SPORT - GENOVA

BULLA BASKET                                    26

BASKET GENOVA                                67

(10-22; 14-37; 20-53)

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro 10, Petesi 2, Zeni 4, Oddi 4, Preka; Sbordi 4, Benazzi 2, Nani, Frosi, Ducoli. All.: Zeni

 

BASKET GENOVA: Serio 24, Fiorino 6, Arena 9, Amasio 20, Mazzocca; Valli 6, Puppo 2, Carbone, Petrilli. All.: Amasio.

 

ARBITRI: Petruzzella e Casamassima

VILLANOVA D’ARDA C’è un brutto scivolone ad accompagnare l’ultima esibizione stagionale della Bulla Sport Ospedale G.Verdi alla palestra “A.Saitta”. Non è tanto la sconfitta contro la seconda forza del girone che conferma la sua incredibile forza ad alimentare il rammarico di Giovanni Zeni e compagni, quanto il responso numerico, soprattutto per quanto riguarda i punti segnati. I piacentini (13/45 da due, 0/5 da tre, 0/2 ai liberi) sono protagonisti di una partita infarcita da tanti errori in fase di impostazione, con parecchi palloni gettati alle ortiche, e da percentuali di tiro condizionate da poca circolazione e spaziature fuori dai normali schemi. Non basta l’assenza per infortunio di Marco Magro, uno dei perni del gioco, a giustificare l’arrendevolezza della Bulla Sport Ospedale G.Verdi che già nel primo quarto fatica a seguire il ritmo dettato da Genova. Gli ospiti non risparmiano energia nella fase difensiva e intensità nel gioco in attacco gestito in modo molto efficace da Serio e Amasio (54 punti in due) decisamente imprendibili per i padroni di casa. I 4 punti firmati nel secondo e i 6 del terzo quarto evidenziano in pieno le forti difficoltà incontrate dalla Bulla Sport Ospedale G.Verdi sempre di rincorsa e mai in grado di dare l’impressione di poter invertire l’inerzia, perlomeno per rendere meno pesante il divario. Le rotazioni non fanno cambiare il copione subito dalla Bulla Sport Ospedale G.Verdi. Genova tiene saldamente in mano il pallino del gioco anche nell’ultimo periodo e chiude anticipatamente il discorso mentre i numerosi tifosi presenti salutano con un applauso l’impegno dei giocatori piacentini.

Chiuso il ciclo di impegni casalinghi, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi si prepara alla trasferta di sabato prossimo, 21 aprile, al “PalaSerradimigni” contro il Banco di Sardegna Sassari (palla a due alle 16) per giocare l’ultima gara di regular season.

 

Gli altri risultati della sesta giornata di ritorno: Seregno-Sassari 36-113; Brescia-Bologna 46-49; Parma-Torino 48-44

 

La classifica: Sassari 26; Genova 22; Parma 20; Seregno 11*; Torino 8; Bologna 7*; Bulla Sport Ospedale G.Verdi 6; Brescia 2.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BULLA SPORT - SEREGNO

BULLA BASKET                                  62

BSBK SEREGNO                                53

(15-12; 39-26; 48-43)

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro S 19, Petesi 4, Magro M 23, Zeni 3, Preka 2; Benazzi 7, Sbordi 2, Nani 2, Oddi. Ne: Frosi, Ducoli. All.: Zeni

 

SEREGNO: Sala, Molteni 3, Haida 2, Porta 12, Diof 32; Diattara 4, Pedron, Inghilterra. Ne: Basilico. All.: Cavallini

 

ARBITRI: Pizzuto e Trematerra

VILLANOVA D’ARDA Nel segno della grinta e dello spirito di squadra. Il secondo successo casalingo consecutivo della Bulla Sport Ospedale G.Verdi certifica una crescita di squadra condita da efficacia difensiva e una più che discreta fluidità degli schemi in attacco stimolata dalle scelte di Giovanni Zeni, diviso fra il ruolo di coach e di giocatore, sicuramente uno degli elementi più rappresentativi del club piacentino. Contro la forza del Seregno, trascinato dalla superba prestazione di Diof, quelli della Bulla Sport Ospedale G.Verdi (25/64 da due, 1/5 da tre, 9/21 ai liberi) lottano fin dalla palla a due con convinzione e lucidità assistendo a dovere le mosse dei fratelli Magro, Marco e Salvatore, bravi a finalizzare con giocate spettacolari l’impegno del gruppo. Grinta e rapidità consentono ai piacentini di allungare nel secondo quarto il leggero divario conquistato nel primo scorcio di gara. Il Seregno è in partita, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi conduce con intelligenza. Benazzi, Petesi e Sbordi, ben spalleggiati da Nani, Preka e Oddi, seppur con minore minutaggio, mettono costantemente in difficoltà i meccanismi degli ospiti, caparbi nel limare il divario nel corso del terzo periodo sempre sfruttando le iniziative dell’inarrestabile Diof. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi tiene in serbo il meglio del proprio repertorio per il quarto conclusivo smorzando l’ardore degli avversari con tanta pressione e l’assoluto controllo del ritmo della serata così da chiudere la contesa con un applaudito crescendo.

L’entusiasmo generato dal terzo successo casalingo stagionale stimola la Bulla Sport Ospedale G.Verdi a dare il massimo in vista dell’ultimo difficile appuntamento di regular season in calendario alla palestra “A.Saitta”: sabato prossimo, per la sesta giornata di ritorno, i piacentini sfidano Genova (palla a due alle 16) seconda in classifica.

 

Gli altri risultati della quinta giornata di ritorno: Torino-Genova 35-57; Bologna-Parma 55-57; Sassari-Brescia 84-27.

 

La classifica: Sassari 24; Genova 20; Parma 18; Seregno 11*; Torino 8; Bulla Sport Ospedale G.Verdi 6; Bologna 5*; Brescia 2.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

HB TORINO - BULLA SPORT

HB TORINO                                           58

BULLA BASKET                                    38

(9-8; 32-18; 50-28)

 

HB TORINO: Piscitello 22, Martini 13, Saaid 17, Lui, Longo 3; Rocca 2, Dah Gret 1, Cianci, Inghilterra. All.: Rocca

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro S 10, Petesi 4, Magro M 6, Lago 6, Nani 2; Zeni  4, Sbordi 4, Benazzi 1, Oddi 1, Laurini. All.: Zeni

 

ARBITRI: Caputo e Trematerra

TORINO A conferma del rendimento altalenante in una stagione davvero poco felice in termini di risultati, soprattutto quando impegnata lontano da casa, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi incassa un secco stop al “PalaMoncrivello” maturato nella seconda parte della contesa cancellando il promettente avvio. La quinta sconfitta consecutiva “on the road” dei piacentini (16/64 da due, 0/2 da tre, 6/11 ai liberi) ha le radici in un gioco di squadra poco fluido ed efficace, nonostante il rientro di Benazzi, condito da una serie di passaggi errati e palle gettate alle ortiche nell’ambito di una circolazione di palla troppo prevedibile. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi vacilla sotto la pressione avversaria vanificando appena prima dell’intervallo lungo quanto di buono fatto nei primi 15’ di gioco. Torino frantuma nel giro di qualche giro di lancette l’equilibrio garantito dalle giocate di Salvatore Magro, unico piacentino in doppia cifra, abbinate ai lampi di Marco Magro, Sbordi, Zeni, Lago e Petesi. Il parziale dei padroni di casa incide sulla fiducia dei piacentini che vedono allungarsi nel terzo quarto il forte ritardo accumulato a metà serata. I tentativi di reazione della Bulla Sport Ospedale G.Verdi si smorzano contro la velocità dei ragazzi di coach Rocca, abili a tenere l’inerzia in mano giocando ad alto ritmo anche a cavallo della terza sirena. Un copione che non cambia nel corso del periodo conclusivo ancora caratterizzato dalla difficoltà dei piacentini nell’inquadrare il canestro avversario.

Per la quinta di ritorno si “salta” di una settimana: il campionato si ferma in occasione della Pasqua dando occasione al gruppo piacentino di ricaricare il serbatoio dell’entusiasmo e dell’energia. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi torna in campo sabato 7 aprile ospitando il Seregno (palla a due alle 16) alla palestra “A.Saitta”.

 

Gli altri risultati della quarta giornata di ritorno: Brescia-Seregno 36-60; Sassari-Parma 80-75; Genova-Bologna 62-52.

 

La classifica: Sassari 22; Genova 18; Parma 16; Seregno 11*; Torino 8; Bologna 5*; Bulla Sport Ospedale G.Verdi 4; Brescia 2.

*1 punto di penalizzazione

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BULLA SPORT - BRESCIA

BULLA BASKET                                   48

OMAL ICARO BRESCIA                      37

(10-7; 22-13; 32-33)

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro S 13, Zeni 6, Magro M 15, Lago, Nani; Botti 10, Petesi 2, Sbordi 2. Ne: Oddi, Frosi. All.: Cotella

 

OMAL ICARO BRESCIA: Caraghioz, Conti 10, Cancelli 4 , Blakay, Fynn 19; Faifer 4, Baroni, Spanesh. Ne: Mami, Zola. All.: Calvi

 

ARBITRI: Braga di Pavia e Brambilla di Limbiate

VILLANOVA D’ARDA Torna finalmente il sereno sul parquet della palestra “A.Saitta”, “casa” della Bulla Sport Ospedale G.Verdi che supera, pur con qualche brivido generato nel terzo quarto, l’ostica resistenza della Icaro Brescia e interrompe il digiuno durato sette lunghe giornate mollando proprio ai diretti concorrenti il disagio dell’ultimo posto del girone A. I piacentini (23/65 da due, 0/2 da tre, 2/6 ai liberi) trascinati dal calore del pubblico approcciano la sfida con lo spirito giusto e fin dalla palla a due evidenziano grande intensità in difesa. Un fattore che comincia a produrre dividendi dopo la prima sirena, quando la grande energia iniettata a protezione della propria area si trasforma in rapidità di transizione e buona circolazione di palla in fase d’attacco. Marco Magro guida i compagni con una prova tutta grinta, velocità e recuperi: incide in ogni zona del campo regalando pure soluzioni al resto del gruppo. L’“mvp” della Bulla Sport Ospedale G.Verdi è supportato dalle giocate del fratello Salvatore e dalle idee di Botti con Lago ben inserito nello sviluppo degli schemi all’ombra del canestro. Brescia cerca di reagire scivolando sotto la pressione del gruppo piacentino, abile a tenere alto il ritmo anche grazie all’apporto di Nani, Petesi, Sbordi e Giovanni Zeni. L’inerzia è in mano alla Bulla Sport Ospedale G.Verdi anche nella fase iniziale del terzo periodo di gioco. Spinta da Fynn e Conti, Brescia trova una migliore quadratura del proprio gioco bloccando improvvisamente le iniziative piacentine: la Bulla Sport Ospedale G.Verdi torna a rivedere i fantasmi” della gare precedenti (10-20 il parziale) trovandosi sotto alla terza sirena. La volontà di riscattare la striscia di sconfitte e di regalarsi una giornata di sorrisi è più forte del timore di non riuscire a farcela. I ragazzi di coach Elisa Cotella reagiscono sul piano del gioco ritrovando il filo conduttore del primo tempo, sia in difesa che in attacco, e sotto il profilo mentale mettendo più voglia in ogni giocata. Sacciato il nervosismo, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi fa leva su lucidità e determinazione per rimettere il naso avanti e lanciarsi verso la seconda vittoria stagionale.

Ripreso un po’ di colorito e di fiducia, i piacentini provano ad allunare la striscia positiva affrontando con rinnovato entusiasmo la trasferta di sabato prossimo (24 marzo) per la quarta giornata del girone di ritorno al “PalaMoncrivello” di Torino (palla a due alle 17).

 

Gli altri risultati della terza giornata di ritorno: Bologna- Torino 48-50; Sassari- Genova 76-53; Seregno-Parma 54-80.

 

La classifica: Sassari 20; Genova, Parma 16; Seregno 9*; Bologna, Torino 6; Bulla Sport Ospedale G.Verdi 4; Brescia 2.

*1 punto di penalizzazione

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BOLOGNA - BULLA SPORT

CIRCOLO DOZZA BOLOGNA           64

BULLA BASKET                                 47

(20-7; 32-26; 54-32)

 

BOLOGNA: Saldutto, Marrone 6, Ahmenthodzic 16 , Mordenti 14, Forcione 26, Ventura 2, Giurolo, Molaro, Gardini, Casacchia, Lammioni. All.: Giurolo

 

BULLA BASKET: Magro S, Preka, Zeni 7, Magro M 13, Lago; Petesi 8, Oddi 8, Sbordi 7, Laurini 2, Nani p. 2. All. Zeni

 

ARBITRI: Ferrarini e Giazzi

SAN LAZZARO DI SAVENA Va ancora male alla Bulla Sport Ospedale G.Verdi, in striscia negativa da sette giornate, costretta a pagare duramente i “black out” del primo e terzo quarto caratterizzati rispettivamente da 7 e 6 punti messi a segno. Fotografia in bianco e nero di istanti di bassa intensità di gioco e poca lucidità nelle gestione dei possessi uniti a scarsa fiducia nei propri mezzi. Nella partita spostata a martedì scorso, ai piacentini non basta esaltarsi nel secondo e quarto periodo per ribaltare l’inerzia tenuta dai bolognesi, la cui efficacia è alimentata dalle iniziative di Ahmenthodzic e Forcione, micidiali e risulta decisivi ai fini del verdetto conclusivo. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi (19/59 da due, 2/5 da tre, 3/8 ai liberi) non riesce quasi mai a liberare la validità del gioco d’insieme scontando pure la giornata di poca vena realizzativa di Marco Magro e Lago, oltre all’infortunio occorso a Preka nella prima parte del primo periodo: la fase difensiva e le rotazioni rimangono fatalmente condizionate. Destinata alla rincorsa fin dalla palla a due la Bulla Sport Ospedale G.Verdi non beneficia a dovere della buona prova di Nani, ben spalleggiato da Oddi, Petesi e Sbordi, usciti dalla panca con voglia e agonismo abbinati al massimo livello. A quelli del Bologna basta controllare il gioco gestendo nel modo migliore il divario per arrivare fino in fondo senza troppi patemi.

Per la terza giornata di ritorno, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi si gioca alla palestra “A.Saitta” contro Brescia la possibilità di abbandonare l’ultimo posto della classifica del girone A.

 

Gli altri risultati della seconda giornata di ritorno: Parma-Brescia 74-37; Genova-Seregno 78-53; Torino-Sassari 27-79.

 

La classifica: Sassari 18; Genova 16; Parma 16; Seregno 9*; Bologna 6; Torino 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Brescia 2.

*1 punto di penalizzazione

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BULLA SPORT - PARMA

BULLA BASKET                                   43

LAUMAS PARMA                                  59

(25-9; 25-26; 36-41)

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro S 13, Preka, Zeni 2, Magro M 13, Lago 13; Petesi 2, Oddi, Sbordi, Laurini, Nani. Ne: Frosi. All.: Cotella

 

PARMA: Stranviskas 6, Malangone 4, Reggio 11, Allegretti 2, Fagioli 27, Rovina 5, Rovatti 2, Biazzi 2, Prada, Curcio. All.: Bisin.

 

ARBITRI: Caputo di Varese e Cristallo di Milano

VILLANOVA D’ARDA Il giro di boa della stagione non fa cambiare rotta alla Bulla Sport Ospedale G.Verdi che allunga la striscia negativa alla sesta giornata. Più determinati e capaci di gestire i momenti topici della contesa quelli di Parma, terzi in classifica, anche grazie all’abilità di Fagioli, non a caso il miglior realizzatore della serata. E’ proprio l’esterno parmense l’elemento che inverte l’inerzia nella seconda parte di gara: i 21 punti firmati dopo l’intervallo lungo costringono la formazione piacentina alla resa, perché in riserva di energie e cambi, dopo l’ottimo primo tempo. Sono stati infatti quelli della Bulla Sport Ospedale G.Verdi (20/54 da due, 0/6 da tre, 3/8 ai liberi) ad approcciare bene la contesa marchiando il primo quarto con alto ritmo e ottime trame di gioco. Raggiunto il massimo vantaggio alla prima sirena (15-9) il gruppo picentino riesce a tenere l’inerzia fino all’intervallo lungo, anche se con un margine ridotto. Non bastano le iniziative dei fratelli Magro, Marco e Salvatore, ben spalleggiati da Lago, pure lui in doppia cifra. Parma riesce a fare salire l’intensità della fase difensiva aprendo la strada al gioco in transizione. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi inietta volontà ed energia in ogni possesso: le rotazioni del coach Elisa Cotella permettono alla squadra di non far calare l’efficacia del gioco caratterizzato da ottime percentuali da sotto. Preka e Giovanni Zeni, dolorante alla spalla, contribuiscono a tenere avanti la Bulla Sport Ospedale G.Verdi fino all’entrata in seca di Fagioli, contenuto bene nel corso del primo tempo. Allo scatenarsi del proprio realizzatore quelli di Parma moltiplicano gli sforzi mettendo in crisi i meccanismi di gioco dei piacentini. Gli ospiti volano impossessandosi dell’inerzia, mentre la squadra di coach Cotella fatica progressivamente a trovare la via del canestro, tanto che nell’ultimo quarto riesce a realizzare solo 7 punti, trovandosi a corto di energie, così da dare il definitivo via libera ai desideri di vittoria di Parma.

La Bulla Sport Ospedale G.Verdi vuole approfittare della trasferta a Bologna, sabato prossimo (palla a due alle 17) per tentare di invertire il trend di risultati e sbloccare finalmente il proprio potenziale in modo da abbandonare l’ultimo posto della graduatoria del girone A.

 

Gli altri risultati della prima giornata di ritorno: Sassari-Bologna 20-0; Seregno-Torino 32-29; Brescia-Genova 32-64.

 

La classifica: Sassari 16; Genova 14; Parma 12; Seregno 9*; Bologna, Torino 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Brescia 2.

*1 punto di penalizzazione

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BULLA SPORT - SASSARI

BULLA BASKET                                    41

BANCO DI SARDEGNA SASSARI       71

(10-17; 18-39; 28-57)

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro S 12, Preka, Botti 11, Magro M 2, Lago 4; Oddi 6, Petesi 2, Zeni 2, Laurini 2, Frosi 2, Sbordi, Nani. Ne: Ducoli. All.: Zeni

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Simula 17, Spanu 15, Arghittu 10, Sejmenovic 16, Butkevicius 11; Langiu 2, Gars. Ne: Raimondi. All.: Raimondi

 

ARBITRI: Novara di Torino e Gotani di Vimercate

 

VILLANOVA D’ARDA Niente sconti dall’imbattuta capolista del girone A della serie B. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi incassa la sesta sconfitta del girone di andata chiudendo la prima parte della regular season con una striscia negativa di cinque turni. Sassari si conferma di categoria superiore, i piacentini riescono stare in scia solo nel primo quarto. La predominanza ospite non impedisce però di godere di un copione condito da sano agonismo, belle giocate (un canestro di Oddi è da standing ovation dnr) accompagnate da correttezza e sportività. Fattori che consentono ai tanti presenti di divertirsi, anche se la Bulla Sport Ospedale G.Verdi (20/56 da due, 0/6 da tre, 1/9 ai liberi) dopo la prima sirena comincia a risentire della pressione difensiva dei sardi. Il desiderio di ben figurare di fronte ai propri appassionati tifosi è frenato dalla vitalità del Banco di Sardegna, spinto dai componenti dello “starting five”, bravi ad alternarsi con un ottimo giro palla nel mettere in crisi i meccanismi difensivi dei piacentini. Preka è onnipresente in difesa, Marco Magro gioca con incredibile energia. Lago, Sbordi e Petesi abbinano determinazione ed efficacia. Salvatore Magro e Botti trovano spesso la via del canestro. Anche l’esordio casalingo di Frosi è da applausi. I tanti sforzi dei piacentini vengono però costantemente neutralizzati dalle giocate dei Sassaresi che piazzano decisi il break nel corso del terzo periodo tenendo sotto controllo l’andamento della contesa, elettrizzata comunque dalla volontà della Bulla Sport Ospedale G.Verdi di non mollare, senza mai correre eccessivi rischi pure durante il quarto conclusivo.

Per la prima giornata di ritorno, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi resta alla palestra “A.Saitta” ospitando il Parma: palla a due alle 16 di sabato prossimo.

 

Gli altri risultati della settima giornata di andata: Parma-Genoa 67-76; Torino-Brescia 56-50; Seregno-Bologna 73-66

 

La classifica: Sassari 14; Genova 12; Parma 10; Seregno 7*; Bologna, Torino 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Brescia 2.

*1 punto di penalizzazione

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

GENOVA - BULLA SPORT

BASKET GENOVA                                82

BULLA BASKET                                    61

(17-12; 37-24; 57-45)

 

BASKET GENOVA: Serio 30, Fiorino, Mazzocca, Arena 10, Amasio 38, Valli 2, Carbone, Puppo 2. All.: Amasio.

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Magro S 10, Botti 10, Magro M 17, Nani 3, Petesi 4; Oddi 6, Zeni 5, Sbordi 4, Laurini 2. Ne: Frosi. All.: Zeni

 

ARBITRI: Brondetta e Casamassima
 

CHIAVARI Giocare bene tirando fuori dall’animo tutte la proprie capacità cestistiche non basta alla Bulla Sport Ospedale G.Verdi per fare breccia nella solidità dei liguri, non a caso parte del triumvirato al comando della classifica del girone A. La sesta di andata, quarta “on the road”, rimane comunque positiva per la squadra piacentina che, contro un avversario di valore assoluto, disputa la migliore partita dell’andata, sia sotto il profilo tecnico che quello fisico. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi fa salire ulteriormente il livello del proprio basket mostrando decisi miglioramenti nella gestione del gioco di squadra e nell’efficacia degli schemi. Fare risultato contro Genova, o meglio contro la coppia Amasio, Serio (68 punti in due) è impresa molto difficile: i “motori” delle fortune liguri sono elementi di categoria superiore, imprevedibili nelle giocate e tremendamente efficaci nelle conclusioni. I piacentini (24/51 da due, 3/5 da tre, 4/8 ai liberi) accettano la sfida a viso aperto difendendo con intensità nel primo quarto per giocare con velocità in transizione. Marco Magro, il capitano della Bulla Sport Ospedale G.Verdi, è determinato su ogni pallone tanto che infila pure un paio di triple diventando il terminale principale delle azioni dei piacentini. Dopo la prima sirena, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi fatica però a contenere la vitalità di Serio e Amasio, abili a far crescere il divario a proprio favore. Grazie a Nani e Botti, agonisticamente decisivo, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi continua a produrre gioco e canestri, seppur in una posizione di rincorsa, stimolando Salvatore Magro, Oddi, Petesi, Laurini e Sbordi a dare concreta realizzazione agli stimoli forniti dal coach Giovanni Zeni, “gasato” il giusto quando chiamato in campo (sua la tripla nel terzo periodo). Genova tiene saldamente in mano l’inerzia nella seconda parte di gara con un buon margine di vantaggio. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi ha poche possibilità di recupero ma continua a giocare con determinazione e voglia fino alla sirena conclusiva.

Prima di alzare il sipario sull’ultima giornata del girone di andata il campionato di serie B si ferma una settimana. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi gioca la settima puntata stagionale sabato 10 febbraio alla palestra “A.Saitta” ospitando la capolista Sassari (palla a due alle 16): un’altra occasione per gustare del grande basket.

 

Gli altri risultati della sesta giornata di andata: Sassari-Seregno 20-0; Bologna-Brescia 60-46; Torino-Parma 40-72.

 

La classifica: Sassari 12; Parma, Genova 10; Seregno 6; Bologna 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Brescia, Torino 2.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

SEREGNO - BULLA SPORT

BSBK SEREGNO                                   71

BULLA BASKET                                    58

(17-18; 36-28; 55-42)

 

SEREGNO: Sala 11, Molteni 10, Haida 12, Porta 10, Longo 2, Diouf 28, Basilico, Diattara. Ne: Pecoraro. All.: Cavallini

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Preka, Magro S 10, Botti 14, Magro M 15, Lago 9, Oddi 8, Zeni 2, Sbordi, Petesi, Nani, Frosi. All.: Zeni

 

ARBITRI: Casagrande e Novara di Torino

SEREGNO Il canestro “on the road” è ancora tabu per la Bulla Sport Ospedale G.Verdi sconfitta dalla maggiore determinazione dei ragazzi di coach cavallini, guidati dall’imprendibile Diouf. La terza sconfitta esterna consecutiva della stagione può però essere vista sotto una luce completamente diversa che evidenzia il miglioramento delle percentuali di tiro (26/60 da due, 0/1 da tre, 6/18 ai liberi) una più efficace prova d’insieme e il gioco che, pur se solo a tratti, sale di livello. Fattori privi di effetto sui punti in classifica, legati all’unica vittoria finora ottenuta, ma decisamente probanti sia per il morale che per la fiducia, entrambi in crescita, del gruppo piacentino. Non a caso, grazie ad un buon approccio alla palla a due, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi riesce a mettere in difficoltà il Seregno nel primo periodo tenendo il vantaggio fino a inizio secondo quarto. La grinta di Oddi unita alle capacità di Marco Magro e Botti, funge da propellente per i piacentini energici in fase difensiva e sufficientemente veloci in transizione: il calo di frenesia nella circolazione di palla in attacco rispetto alle uscite precedenti riduce considerevolmente il numero di palle perse, nonostante la pressione avversaria, aumentando di conseguenza il livello di pericolosità delle azioni e delle conclusioni. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi deve però fare i conti con la solidità del Seregno espressa dalle micidiali giocate di Diouf, top scorer della gara, bravo a districarsi in proprio tra le trappole difensive piacentine aprendo nel contempo spazi alle mosse di Sala, Molteni, Haida e Porta, tutti in doppia cifra. Il Seregno prende l’inerzia nel secondo periodo, chiude in vantaggio all’intervallo lungo e aumenta il divario nel corso del terzo quarto. Quelli della Bulla Sport Ospedale G.Verdi sono sempre in gara, decisi nell’inseguimento nel tentativo di riaprire il discorso senza però trovare lo spunto decisivo nella parte conclusiva.

La sesta giornata di andata è ancora “on the road” per la Bulla Sport Ospedale G.Verdi che, sabato prossimo, è impegnata sul parquet del “Centro Acquarone” di Chiavari, “casa” del Genova (palla a due alle 15.30)

 

Gli altri risultati della quinta giornata di andata: Genova-Torino 58-28; Parma-Bologna 73-41; Brescia-Sassari 28-79.

 

La classifica: Sassari 10; Parma, Genova 8; Seregno 6; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Bologna, Brescia, Torino 2.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BULLA SPORT - HB TORINO

BULLA BASKET                                    23

HB TORINO                                           42

(5-11; 6-22; 11-34)

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Preka, Magro S 4, Zeni 2, Magro M 15, Lago 2; Sbordi, Petesi, Nani, Ducoli. Ne: Frosi, Laurini. All.: Cotella

 

HB TORINO: Martini 8, Piscitello 19, Saaid 10, Lui, Longo 2; Sansò 2, Rocca 1, Cianci, Dah Gilot. All.: Rocca

 

ARBITRI: Ferrarini e Lombardi

VILLANOVA D’ARDA Si apre con un inaspettato passo falso casalingo il 2018 della Bulla Sport Ospedale G.Verdi che ritrova in panchina l’allenatrice Elisa Cotella. La prima sconfitta casalinga della stagione, alla ripresa delle fatiche di regular season dopo la tradizionale sosta invernale, arriva a definire una prestazione sottotono dei piacentini, deludenti sotto il piano del ritmo, un po’ smarrito nel corso delle festività natalizie, e poco incisivi dal punto di vista tecnico. Le tante palle gettate alle ortiche miscelate agli errori di passaggio e alla frenesia nelle conclusioni, caratterizzate da basse percentuali (10/60 da due, 0/2 d atre, 3/9 ai liberi) sono una zavorra decisamente troppo pesante per i desideri di vittoria della Bulla Sport Ospedale G.Verdi. Giovanni Zeni e i fratelli Magro, Marco e Salvatore, solitamente tra i trascinatori del gruppo incappano in un pomeriggio “nero” compensato solo in parte dalla determinazione messa nelle varie fasi di gioco. I 6 punti ripartiti nei primi due quarti fotografano perfettamente l’anemia realizzativa dei piacentini, costretti a rincorrere gli ospiti, decisi a lanciarsi verso la prima vittoria stagionale. Quelli del Torino, spinti dalla vena di Piscitiello, tengono l’inerzia più per i demeriti tecnici della Bulla Sport Ospedale G.Verdi che non riesce proprio a concretizzare con la necessaria continuità la volontà difensiva in efficacia dalle parti del canestro ospite anche nella seconda parte di gara. Qualche canestro in più sembra dare ossigeno all’orgoglio di ragazzi di Elisa Cotella, ma i numerosi “litigi” con il ferro e l’apporto negativo della panchina frenano ogni possibile sforzo di riaprire il discorso, mentre il Torino gestisce con molta tranquillità la fase conclusiva della contesa.

Archiviato il passo falso casalingo di sabato scorso, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi si prepara ad affrontare la difficile trasferta a Seregno, in programma (alle 15) domenica prossima.

 

La classifica: Sassari 8; Parma, Genova 6; Seregno 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Bologna, Brescia, Torino 2.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BRESCIA - BULLA SPORT

OMAL ICARO BRESCIA                      50

BULLA BASKET                                   47

(15-14; 23-24; 37-36)

 

OMAL ICARO BRESCIA: Caraghioz, Conti 17, Spanesai 4, Cancelli 9, Fynn 20, Zola, Baroni, Faifer, Maminasri, Blakay, Savardi, Danesi. All.: Calvi

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Preka, Magro S 22, Sbordi 6, Botti 15, Lago; Zeni 2,  Petesi 2, Oddi, Nani. Ne: Frosi. All.: Zeni

 

ARBITRI: Giazzi e Gatani

BRESCIA Scivolone a sorpresa della Bulla Sport Ospedale G.Verdi costretta ad alzare bandiera bianca sul parquet del “Centro Sportivo San Filippo” in una sfida giocata costantemente sul filo dell’equilibrio e decisa solo nell’ultimo giro di lancette. Il terzo turno d’andata è indigesto ai piacentini, ancora a secco “on the road”: pur giocando con energia e intensità Giovanni Zeni e compagni non riescono a far valere il proprio talento nelle ultime due giocate dando modo ai padroni di casa di piazzare i colpi decisivi che valgono aggancio e sorpasso nel giro di un amen. Eppure la Bulla Sport Ospedale G.Verdi (22/65 da due, 3/6 da tre) approccia con la giusta determinazione la contesa mettendo da subito velocità in transizione e buona decisione nella fase difensiva per frenare l’impeto di Conti e Fynn, i giocatori più pericolosi del Brescia. Salvatore Magro e Botti sono la guida della Bulla Sport Ospedale G.Verdi nella prima parte di gara con il copione altalenante fra le due squadre con vantaggi minimi per parte. Sono i tanti errori al tiro che non consentono ai piacentini di allungare il divario a cavallo dell’intervallo lungo. Brescia trova anche la produttività di Cancelli e rimane in scia mettendo ancora il naso avanti alla terza sirena. Quelli della Bulla Sport Ospedale G.Verdi si fanno prendere dalla frenesia simboleggiata da qualche possesso gettato alle ortiche e dal troppo nervosismo verso la coppia arbitrale sfociato in due falli tecnici. Preka e Lago diventano protagonisti nel momento decisivo, soprattutto a rimbalzo, spingendo la formazione piacentina a riprendere l’inerzia, senza però riuscire a chiudere il discorso. Brescia sfrutta la nuova possibilità e a1’ dalla fine aggancia la Bulla Sport Ospedale G.Verdi (47-47) che dal canto suo ha la lucidità ridotta al lumicino. Mentre i piacentini litigano con il ferro, i padroni di casa infilano il canestro vincente rendendo amari gli auguri di Buon Natale alla squadar di coach Zeni.

L’inopinata sconfitta non impedisce ai componenti della Bulla Sport Ospedale G.Verdi di assaporare l’atmosfera natalizia approfittando anche della tradizionale sosta di fine anno che ferma i campionati fino a metà gennaio. I piacentini hanno tempo per rilassarsi e riprendere ad allenarsi forte per tornare in campo motivati e determinati nel nuovo anno. Si riprende sabato 13 gennaio (palla a due alle 16) con la partita casalinga contro Torino.

 

Gli altri risultati della terza giornata di andata: Torino-Bologna 50-53; Genova-Sassari 58-83; Parma-Seregno 71-54.

 

La classifica: Sassari, Parma 6; Genova 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Bologna, Seregno, Brescia 2; Torino 0.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

BULLA SPORT - BOLOGNA

BULLA BASKET                                    50

CIRCOLO DOZZA BOLOGNA              44

(14-11; 24-29; 37-37)

 

BULLA BASKET: Preka, Magro S 13, Sbordi 6, Botti 7, Lago 14; Oddi 5 , Zeni 3,  Petesi 2, Nani. Ne: Ducoli, Frosi. All.: Zeni

 

BOLOGNA: Saldutto, Ventura, Marrone 4, Methodzic 14, Molaro 7; Forcione 17, Gardini 2, Mordenti. Ne: Casacchia, Giurolo, Lammioni. All.: Forcione

 

ARBITRI: Casamassima di Torino e Ruggeri di Novara

VILLANOVA D’ARDA Alto ritmo, ottime giocate, equilibrio incredibile, volata vincente. Ci sono tutti gli ingredienti per abbinare divertimento e spettacolo nella “prima” casalinga stagionale alla palestra “A.Saitta” che la Bulla Sport Ospedale G.Verdi esalta con una convincente vittoria. I piacentini mettono in gioco compattezza di gruppo, tanta determinazione e capacità di soffrire per domare nel concitato finale di serata la determinata opposizione dei bolognesi, bravi a tenere spesso l’inerzia grazie alla capacità realizzativa di Forcione e all’abilità della fase difensiva. Quelli della Bulla Sport Ospedale G.Verdi sfruttano la super prestazione di Lago, ben spalleggiato da Sbordi, entrato in quintetto, Oddi e Preka, oltre all’efficace approccio alla palla a due. I piacentini (22/59 da due, 6/14 in lunetta) sono reattivi in difesa e rapidi in transizione quanto basta per prendere l’inerzia nel primo periodo. Bologna tiene la scia alzando la velocità d’azione nel secondo quarto e con i micidiali arcobaleni di Forcione (11 punti) mette il naso avanti in prossimità dell’intervallo lungo. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi è di rincorsa nel terzo quarto. Con energia a protezione del proprio canestro frena l’impeto degli ospiti procurandosi di conseguenza maggiori opportunità di bruciare la retina avversaria con azioni in transizione. Salvatore Magro diventa protagonista assoluto per firmare la parità alla terza sirena che apre a un periodo finale all’insegna dell’incertezza. Bulla Sport Ospedale G.Verdi e Bologna sono intense, lottano con caparbietà su ogni possesso alternandosi al vantaggio. I piacentini costringono gli avversari a un paio di errori decisivi negli ultimi giri di lancette e non sbagliano la replica conquistando un meritato successo che vale una decisa iniezione di morale nel gruppo.

Per la terza giornata di andata, ultima fatica prima della tradizionale sosta natalizia, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi gioca “on the road” a Brescia (palla a due alle 18) sabato 16 dicembre

 

Gli altri risultati della seconda giornata di andata: Brescia-Parma 23-95; Seregno-Genova 62-79; Sassari-Torino 64-43.

 

La classifica: Sassari, Genova, Parma 4; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Seregno, 2; Bologna, Torino, Brescia 0.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

LAUMAS PARMA - BULLA SPORT

LAUMAS PARMA                                  71

BULLA BASKET                                    36

(22-10; 36-19; 60-29)

 

PARMA: Stranviskas 17, Malangone 2, Reggio 31, Allegretti 3, Fagioli 12, Rovina 2 , Rovatti 2, Biazzi 2, Prada. All.: Bisin.

 

BULLA SPORT OSPEDALE G.VERDI: Sbordi 13, Magro M 9, Botti 5, Magro S 3, Lago 2, Zeni 2, Oddi, Nani 2 , Petesi. Ne: Ducoli. All.: Zeni.

 

ARBITRI: Braga di Pavia e Pinuto di Varese

PARMA Arriva una sconfitta a segnare la “prima” stagionale della Bulla Sport Ospedale G.Verdi, inserita nel girone A del campionato di basket in carrozzina, serie B “Antonio Maglio”. Categoria nella quale il club piacentino milita dalla stagione 2002/2003 con la parentesi di un’esperienza in A2 (2011/2012): per Giovanni Zeni e compagni questa è quindi la sesta stagione in fila nel campionato cadetto. Oltre che con Parma, la Bulla Sport Ospedale G.Verdi si gioca un buon piazzamento nel primo dei quattro gironi che suddividono geograficamente la serie B con Sassari, Torino, Seregno, Genova e Brescia. La concorrenza è decisamente tosta, sono tutte “piazze” che contano nel mondo del basket in carrozzina. Non deve quindi sorprendere l’inizio di stagione in tono per il gruppo minore da parte del gruppo dell’Ospedale G.Verdi, griffato Bulla Sport per la quarta stagione consecutiva. Il club piacentino, guidato dalla presidentessa Agnese Zanola, è stoppato dall’ottima prestazione del Parma spinto dalle magie di Reggio, mvp assoluto della contesa, ben spalleggiato da Stranviskas e Fagioli. Fin dalla palla a due i piacentini (13/56 da due, 1/3 da tre, 7/13 ai liberi) sono in difficoltà nel proporre il consueto standard di gioco, anche per via delle cattive condizioni fisiche di Giovanni Zeni: le percentuali di realizzazione si mantengono basse (10 punti nel primo quarto) incidendo negativamente anche sull’intensità difensiva. Matteo Sbordi, miglior realizzatore della Bulla Sport Ospedale G.Verdi, prova ad invertire l’inerzia nel secondo periodo senza però scalfire la sicurezza dei padroni di casa abili a incrementare progressivamente il divario all’intervallo lungo. Il Parma non fa calare il ritmo nel terzo periodo costringendo i piacentini a faticare tantissimo per trovare spazi in attacco. La Bulla Sport Ospedale G.Verdi continua a segnare con il contagocce sotto l’energia difensiva dei padroni di casa e non può dare una svolta al copione tenuto saldamente in mano dai parmensi, incisivi nel chiudere il discorso con largo anticipo seppur con una gestione tranquilla dell’ultimo quarto di serata.

La sconfitta non toglie nulla alla grande attesa per il debutto casalingo stagionale della Bulla Sport Ospedale G.Verdi, messo in calendario per la seconda giornata di andata sabato prossimo (9 dicembre) alla palestra “A.Saitta” di Villanova sull’Arda (palla a due alle 16)

 

Gli altri risultati della prima giornata di andata: Bologna-Sassari 38-81; Torino-Seregno 39-62; Genova-Brescia 64-46.

 

La classifica: Sassari, Seregno, Genova, Parma 2; Bulla Sport Ospedale G.Verdi, Bologna, Torino, Brescia 0.

 

Luca Mallamaci (addetto stampa Bulla Sport Ospedale G.Verdi)

               "E LA VITA VA" 
          di Gianluca Gennari
              & Bulla Basket 
         (tutti i diritti riservati)

CLASSIFICA
Squadra                          punti
Dinamo Lab Sassari     28
Genova     22
Laumas GiocoParma     22
Seregno Gelsia     11 
HB Torino     10
I Bradipi Bologna      9
Bulla Sport G.Verdi      6
Icaro Brescia      2
PROSSIMA PARTITA                 
 
             Stagione finita

         TUTTI  I  RISULTATI

10° Memorial Dott. A. Saitta

disegno: Alessandro Malacalza

www.caricattura.com

www.facebook.com/caricattura

Stampa Stampa | Mappa del sito
© ASD OSPEDALE G.VERDI Via Dante 17 - 29010 Villanova sull'Arda (PC) Partita IVA: 01262270331